Quelli della foglia tonda“, giù nella valle erano chiamati così gli abitanti della montagna. Prima la quercia, poi il castagno e alla fine, salendo, il faggio: la foglia tonda.

 

L’idea di Foglia Tonda nasce nell’agosto 2017 quando, con l’idea di riunire gli amici sparsi per tutta l’Italia, abbiamo pensato che sarebbe stata un’ottima occasione esplorare e far conoscere una delle parti più selvagge dell’Alto Mugello, la Valle del Rovigo. Fu così che ci siamo ritrovati inaspettatamente ad essere più di trenta. Trascorremmo una giornata di condivisione e la sera, rientrati a Razzuolo per la cena, scoprimmo che il numero si era ingrandito con molti pronti a rimanere per la notte.

 

L’idea del festival nacque senza che ce ne accorgessimo. 

 

Il gruppo organizzativo di Foglia Tonda è composto da amici di vecchia data, affezionati e compagni incontrati nelle scorse edizioni. Quella prima passeggiata del 2017 è stata il seme che durante l’inverno (tutte le cose importanti, in montagna, si progettano in inverno) ci ha portati ad immaginare l’idea di un festival e quando a primavera abbiamo sondato gli umori e l’interesse attorno a noi per capirne la fattibilità, ci siamo accorti che non eravamo stati i soli a pensarci. 

 

Anno dopo anno si allarga il gruppo degli organizzatori, di pari passo con il diversificarsi delle attività proposte e dei temi affrontati dal festival. Allo scopo di fare rete abbiamo stretto collaborazioni, relazioni o meglio, amicizie, con realtà attive sul territorio e con cui condividiamo parte del cammino. Le trovate qui sotto.